Plasmiamo la materia: laboratorio di ceramica a due passi dal mare

Highlights
  • Daremo sfogo alla nostra creatività con il laboratorio di ceramiche solidali: tazze finalizzate alla vendita per finanziare i progetti di turismo sociale del VillaggioCarovana. Avremo modo di creare la nostra tazza che verrà spedita (con spese di trasporto a carico nostro) dopo la cottura
  • Visiteremo le spiagge paradisiache della zona per un ultimo tuffo di stagione
  • Scopriremo il territorio con una visita alle carceri
  • Parteciperemo alle attività nel villaggio (preparazione della tavola, riassetto cucina dopo i pasti, sistemazione della propria camera)

Condividi: 

“Ceramica significa trasformazione: un pezzetto di terra e acqua che ha in sé grandi potenzialità e con l’atto creativo acquista personalità. Ceramica significa accogliere perché non si può definire senza ascoltarla. L’argilla è viva e sta in sinergia con chi la lavora e con gli elementi dello spazio. La ceramica insegna la pazienza, la capacità di stupirsi sempre, di dare e avere. È un mondo infinito dove c’è sempre da scoprire. È un procedere lento in cui non è possibile saltare i passaggi. È uno scambio continuo di energie primordiali.”

E’ così che Anna Franca, creativa e arte-terapeuta, ci dà il benvenuto in questo viaggio alla scoperta di noi stessi/e dentro la magia della ceramica. Sarà un viaggio alla scoperta del nostro lato creativo, sarà un processo di crescita e trasformazione che, evolvendo giorno per giorno dentro di noi, diventerà piacevolmente irreversibile.

Giorno 1 – sabato 25 settembre
Presentiamoci

Arrivo all’aeroporto di Elmas e incontro con gli amici del VillaggioCarovana che ci attendono per il  trasferimento a Castiadas (40’ circa) durante il quale ci raccontano qualcosa del territorio.
Al nostro arrivo, quattro chiacchiere per rompere il ghiaccio, prima di prendere possesso delle nostre camere. Pranzo al Villaggio per gustare i prodotti tipici.

Nel pomeriggio, Anna Franca ci attende per il laboratorio creativo di ceramica durante il quale ci racconta come plasmare l’argilla può essere un processo di trasformazione interiore. L’uso delle mani ci consente di sollecitare uno dei nostri sensi più a contatto con la nostra anima: il tatto.

Dopo cena, visita alle carceri per conoscere il territorio e comprendere perché, nel corso del tempo, sia diventato il rifugio di menti illuminate che quotidianamente ne preservano ambiente e tradizioni.

Giorno 2 – domenica 26 settembre
Diamo forma alle nostre intenzioni

Al VillaggioCarovana il buongiorno si vede dal mattino! Ci aspetta una colazione ricca di prodotti locali e genuini condita con chiacchiere e risate con il resto del gruppo.

Oggi ci dedichiamo interamente all’argilla; con l’aiuto di Anna Franca risvegliamo quella vena creativa che, forse, non sapevamo di avere, lasciando che la mano segua l’istinto ma sempre maneggiando la materia con gesti delicati.

Break per una passeggiata alle spiagge dove sostiamo per il pranzo al sacco e dove i più temerari possono fare l’ultimo tuffo di stagione.

Torniamo al VillaggioCarovana per riprendere il nostro laboratorio. Finalmente diamo colore alle nostre creazioni e chissà… forse anche alla nostra fantasia!

Ci riuniamo di nuovo tutti insieme per cena dove non manca mai l’occasione di testare la cucina genuina del territorio e conoscerci meglio.

Giorno 3 – lunedì 27 settembre
Consapevolezza e contemplazione

Siamo giunti all’ultimo giorno della nostra bellissima esperienza e, per fortuna, la tipica colazione del VillaggioCarovana rende meno malinconica la giornata.

Questa mattina Anna Franca ci insegna a preparare il forno che trasformerà le nostre creazioni in splendide ceramiche solidali. Sarà lei ad averne cura dopo la nostra partenza e ad occuparsi della spedizione (a nostro carico) a chi avrà voglia di portarle a casa.

Dopo pranzo, se il clima lo consente, facciamo una bella passeggiata al faro per condividere le impressioni e valutare l’esperienza vissuta insieme.

In caso di maltempo, metteremo di nuovo le mani in pasta, questa volta per imparare l’arte di ricamare la pasta con un laboratorio di culurgionis dalla tipica chiusura a spiga che nessuna macchina al mondo potrà mai realizzare.

Trasferimento in aeroporto in compagnia dei nostri amici del VillaggioCarovana per un caloroso saluto che sa di nostalgia e gratitudine e per prometterci che torneremo presto per una nuova esperienza di consapevolezza.

L’ordine delle visite e delle attività, o il programma stesso, potrebbe subire variazioni per motivi organizzativi o climatici, senza alterarne i contenuti.

Il VillaggioCarovana:

Al VillaggioCarovana si abbattono tutte le barriere, che siano strutturali o culturali. Si valorizzano le differenze che diventano nutrimento e arricchimento personale. Siamo in un luogo rispettoso della natura, i prodotti della terra sono locali ed il commercio equo, l’energia è pulita grazie ai fotovoltaico e al solare termico, si pratica compostaggio, l’acqua è rigorosamente del rubinetto, il pane fatto in casa con la pasta madre e la plastica è abolita!

Struttura centrale: Angolo del relax con libreria, divani, camino, stereo, TV e lettore DVD. Spazio polifunzionale adattabile ad ogni attività creativa, manuale, meditativa. A disposizione degli ospiti PC e connessione internet. Biliardino, ping pong e vari giochi di società. Sala ristoro adiacente alla cucina, loggiato per pranzi e cene all’aperto.

Camere: Dispone di 8 camere indipendenti in muratura, separate dalla struttura centrale e collegate da camminamenti in terra battuta. Ciascuna camera misura circa 16 mq. ed è dotata di un ampio antibagno con lavabo e bagno (con wc, doccetta per l’igiene intima e doccia). Ampie portefinestre in legno danno accesso alla veranda arredata con tavolo e sedie; tutte dispongono di ventola a soffitto, condizionatore inverter, solare termico e materiale necessario per la pulizia quotidiana degli ambienti.

Ristorazione: Menù fisso ma può essere personalizzato sulla base di eventuali esigenze particolari o intolleranze da segnalare in fase di prenotazione. Si cucinano piatti semplici e gustosi, come a casa, utilizzando prodotti di buona qualità che seguono la logica della filiera corta ma anche pasta fresca fatta a mano, tipica della tradizione culinaria isolana.

Perché sostenerli: il punto di forza del VillaggioCarovana è il turismo sociale. In estate qui si ospitano persone con esigenze speciali, si valutano i deficit e le abilità degli ospiti per la suddivisione dei compiti e la condivisione degli obiettivi nell’ambito di un progetto individuato per l’occasione. Le tazze che impareremo a creare con il laboratorio di ceramica sono finalizzate alla vendita e contribuiranno a sostenere il loro progetto di inclusione sociale.

Quota iscrizione: finanzierà i soggiorni sollievo per le persone con disabilità.

La quota include:

2 notti in camera doppia o tripla, pensione completa, trasferimenti da/per l’aeroporto, laboratorio di ceramica, escursioni come da programma, assicurazione base medico-bagaglio.

La quota NON include:

voli o traghetti da e per la città di partenza, tasse aeroportuali o portuali, trasferimenti non indicati in programma, bevande ai pasti, spese personali ed extra, spedizione a casa delle ceramiche acquistate, quota iscrizione di € 30.00 da versare in loco a supporto dei progetti di turismo sociale del VillaggioCarovana, assicurazioni facoltative (annullamento e medica integrativa), tutto quanto non espressamente indicato come incluso nella quota.

Chiedi informazioni su questo viaggio

Nota COVID-19

È tornato il momento di oltrepassare i confini ed esplorare nuove terre.
Dopo 2 anni di spostamenti limitati dentro confini troppo stretti, possiamo tornare a riprenderci il mondo e la libertà di esplorare, di scoprire nuove culture e stimolare i nostri sensi attraverso la conoscenza delle diversità.

Con l’ordinanza del 22 febbraio 2022, sono stati definitivamente eliminati gli elenchi di Paesi verso i quali è concesso viaggiare per turismo. Scompaiono anche i Corridoi Turistici Covid-free che non hanno più ragione di esistere.

Restano, comunque, regole ferree da seguire durante il viaggio e per il rientro sul territorio nazionale, utili per viaggiare in sicurezza. Scopriamole insieme:

Come restare informati:

Torniamo in movimento ma ricordiamo di seguire le regole per evitare problemi alle frontiere! Qui trovate un riepilogo della documentazione da presentare in aeroporto prima di imbarcarsi sul volo di rientro in Italia:

– Munirsi di mascherine FFP2 prima di partire, l’utilizzo dei dispositivi di protezione è ancora obbligatorio all’interno degli aeroporti, in aereo e per tutta la durata del viaggio (da sostituire ogni 4 ore).

– Presentare alla compagnia aerea, al momento dell’imbarco, e a chiunque sia deputato ad effettuare i controlli, il formulario digitale di localizzazione del passeggero (digital Passenger Locator Form o dPLF) in formato digitale o cartaceo.

– Essere in regola con il certificato di vaccinazione completa o da guarigione (da meno di 6 mesi); in alternativa, è necessario presentare il risultato negativo di test molecolare effettuato 72 ore prima dell’ingresso in Italia o di test antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso.

In caso di mancata presentazione di una delle certificazioni indicate, al rientro si avrà l’obbligo di quarantena presso l’indirizzo indicato nel dPLF per un periodo di cinque giorni, al termine del quale si dovrà effettuare obbligatoriamente un nuovo test molecolare o antigenico.

E’ importante, però, verificare le norme vigenti nel Paese verso il quale si intende viaggiare che potrebbero prevedere diversi obblighi o limitazioni. Per essere aggiornati in tempo reale, vi invitiamo a consultare il sito www.viaggiaresicuri.it, selezionando la scheda Paese di vostro interesse (per i viaggi all’estero) o leggendo gli approfondimenti per i viaggi in Italia.

Certificazione verde (green pass): Anche se si sta andando gradualmente verso l’abolizione del Green Pass, ormai è noto a tutti che è necessario, almeno fino al 31 marzo p.v., essere dotati di Green Pass Rafforzato per accedere ad alberghi e altre strutture ricettive e mezzi di trasporto pubblico sul territorio nazionale (aerei per voli nazionali, treni sul territorio nazionale, navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale, autobus, funivie, cabinovie, seggiovie).

La tabella delle attività consentite con o senza Green Pass pubblicata sul sito www.governo.it è uno strumento chiaro e davvero molto utile per non sbagliare.La normativa completa è disponibile sul sito del Ministero della Salute e alla pagina dedicata sul sito www.viaggiaresicuri.it.


Sicurezza in viaggio:

Tutti i nostri partner – albergatori, ristoratori, guide ambientali e turistiche, autisti, performer – fanno parte della community di Eventi Nomadi perché sposano la nostra filosofia che mette al centro la persona e la cura dei territori, delle culture e delle relazioni. Anche loro hanno voglia di accoglierci e farci vivere esperienze emozionanti e per farlo hanno adottato i protocolli previsti dalle normative internazionali e regionali vigenti.


In caso di nuove restrizioni nella destinazione del viaggio prenotato:

E’ sempre consigliata un’assicurazione contro l’annullamento del viaggio o con le nuove clausole dedicate al Covid-19. Se il viaggio o l’esperienza che avete prenotato non potrà più avere luogo a causa di nuove restrizioni, i nostri partner faranno il possibile per riprogrammarlo o rimborsare eventuali acconti versati ma solo in caso di forza maggiore.
N.B.: se viaggiate verso un Paese o Regione che richiede un test molecolare, fate attenzione ai tempi necessari per ottenere il referto; eventuali ritardi non possono essere trattati come una rinuncia involontaria al viaggio


Buone pratiche del viaggiatore:

Anche noi viaggiatori siamo tenuti a seguire quelle linee guida che ci consentono di garantire la nostra sicurezza e quella dei nostri compagni di viaggio. In che modo? Utilizzando i dispositivi di protezione (mascherina e, ove richiesto, guanti monouso), igienizzando e lavando spesso le mani, evitando assembramenti e mantenendo la distanza minima di 2 metri.

Torniamo in movimento rispettando le regole e pretendendo rispetto ma facciamolo anche con la giusta dose di leggerezza. E se avete ancora qualche dubbio, siamo a vostra disposizione all’indirizzo email info@eventinomadi.it. Vi ricordiamo che nella community di Eventi Nomadi trovate organizzatori professionisti, fornitori e viaggiatori: una grande risorsa dalla quale attingere qualsiasi ulteriore informazione o suggerimento per il vostro prossimo viaggio.

I nostri Viaggi Sostenibili rispettano l’ambiente e le culture locali attraverso un turismo lento. Non tutti i luoghi che visitiamo sono organizzati per consentire spostamenti a basso impatto ambientale, per questo abbiamo codificato il grado di sostenibilità di ogni viaggio, come segue:

altamente sostenibile

mediamente sostenibile

sostenibile al 50%